Come disattivare aggiornamenti automatici Windows 10

Se tu hai un PC equipaggiato con Windows 10, lo utilizzi principalmente per lavoro e non vuoi correre rischi inutili relativi all’installazione degli aggiornamenti, puoi bloccare temporaneamente l’attività di Windows Update e disattivare gli aggiornamenti automatici di Windows 10 in pochi clic. Ripeto: si tratta di un’operazione altamente sconsigliata: per questioni di sicurezza, infatti, faresti bene a installare ogni singolo update rilasciato da Microsoft, ma se hai esigenze specifiche in tal senso, posso aiutarti. Qui sotto trovi tutte le informazioni su come bloccare, posticipare o rallentare gli aggiornamenti automatici di Windows 10.

Aggiornare il sistema operativo del proprio PC è un’operazione fondamentale: permette di proteggere il computer dalle falle di sicurezza più recenti e di usufruire di nuove funzionalità che possono velocizzare e/o migliorare il lavoro quotidiano. Ciò detto, non bisogna sottovalutare i piccoli-grandi problemi che possono insorgere quando si installano aggiornamenti per sistemi complessi come Windows.

In alcuni casi, infatti, gli aggiornamenti per Windows possono portare alla comparsa di errori indesiderati sul PC, al mancato funzionamento di alcuni dispositivi (per questioni legate ai driver) e al verificarsi di altri problemi che, soprattutto su computer utilizzati in ambito professionale, possono rappresentare una bruttissima gatta da pelare. Purtroppo nemmeno Windows 10, la versione più recente del sistema operativo Microsoft, è esente da questo rischio e i suoi aggiornamenti possono rappresentare un potenziale problema.

 

Impostazioni di Windows Update (solo Windows 10 Pro/Enterprise)

Se utilizzi Windows 10 Pro o Enterprise, puoi avvalerti di alcune impostazioni che permettono di disattivare gli aggiornamenti automatici Windows 10, o meglio, di posticiparli di mesi, se non addirittura di un anno. Purtroppo le stesse possibilità non vengono offerte agli utenti di Windows 10 Home (sul quale, però, si può operare in altri modi, come vedremo più in là sempre all’interno di questo tutorial).

Per regolare le impostazioni di Windows Update e posticipare l’installazione degli aggiornamenti di Windows 10 Pro/Enterprise, clicca sul pulsante Start (l’icona della bandierina di Windows collocata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo) e accedi al menu Impostazioni selezionando l’icona dell’ingranaggio che si trova sulla sinistra.

Nella finestra che si apre, vai su Aggiornamento e sicurezza, seleziona Windows Update dalla barra laterale di sinistra, clicca sul collegamento Opzioni avanzate che si trova in basso e regola le impostazioni relative a Windows Update in base alle tue preferenze.

  • Tramite il menu a tendina Scegli quando installare gli aggiornamenti, puoi scegliere se installare gli aggiornamenti del canale semestrale o del canale semestrale (mirato). La differenza sta nel fatto che gli aggiornamenti del “canale semestrale” sono testati per essere usati in maniera capillare nelle aziende (quindi vengono rilasciati un po’ più tardi rispetto a quelli del “canale semestrale mirato”, che riguarda l’utenza consumer).
  • Tramite il menu a tendina Un aggiornamento delle funzionalità include funzionalità e miglioramenti nuovi. Può essere rimandato per il numero di giorni seguente, puoi impostare il numero di giorni (max 30) per i quali rimandare l’installazione degli aggiornamenti che includono nuove funzioni, ad esempio il Creators Update o il Fall Creators Update.
  • Tramite il menu a tendina Un aggiornamento qualitativo include miglioramenti di sicurezza. Può essere rimandato per il numero di giorni seguente, puoi impostare il numero di giorni (max 365) per i quali rimandare l’installazione degli aggiornamenti di sicurezza. Personalmente ti sconsiglio di rimandare a lungo questo genere di aggiornamenti.

Infine, nella parte conclusiva della schermata, c’è la levetta Sospendi aggiornamenti che, se attivata, permette di sospendere tutti gli aggiornamenti per il dispositivo in uso per un periodo di 35 giorni. Se vuoi disattivare la ricezione di qualsivoglia tipo di aggiornamento per 35 giorni, sposta la levetta su Attivato e potrai dormire sonni tranquilli circa le attività di Windows Update.

Alcuni aggiornamenti, come quelli relativi a Windows Defender, continueranno ad essere installati per garantire la sicurezza del sistema.

Procedura alternativa

Se vuoi, puoi posticipare l’installazione degli aggiornamenti qualitativi e degli aggiornamenti delle funzionalità agendo anche tramite l’Editor criteri di gruppo locali.

Premi quindi la combinazione di tasti Win+R sulla tastiera del computer, in modo da richiamare la finestra Esegui…, digita il comando gpedit.msc e dai Invio. Si aprirà così l’Editor criteri di gruppo locali.

A questo punto, usa la barra laterale di sinistra per andare in Criteri computer locale > Configurazione computer > Modelli amministrativi > Componenti di Windows > Windows Update > Windows Update per le aziende e fai doppio clic sull’icona Seleziona il momento per la ricezione degli aggiornamenti qualitativi. Nella finestra che si apre, metti il segno di spunta accanto all’opzione Attivata e utilizza il campo Dopo il rilascio di un aggiornamento qualitativo, rimandane la ricezione per il numero di giorni seguente (in basso a sinistra) per specificare il numero di giorni per i quali intendi rimandare l’installazione degli aggiornamenti qualitativi (max 30) e clicca sul pulsante OK per salvare i cambiamenti.

Successivamente, fai doppio clic sull’icona Seleziona il momento per la ricezione delle versioni di anteprima e degli aggiornamenti delle funzionalità. Nella finestra che si apre, metti il segno di spunta accanto all’opzione Attivata e utilizza i menu collocati in basso a sinistra per selezionare il tipo di aggiornamenti da ricevere (es. Canale semestraleCanale semestrale (mirato) o Versione di anteprima per ricevere le versioni non definitive di Windows) e il numero di giorni della loro posticipazione (max 365). Clicca infine sul pulsante OK per salvare i cambiamenti.

 

Utility Mostra o Nascondi aggiornamenti

Microsoft ha rilasciato un’utility, denominata Mostra o Nascondi aggiornamenti, che permette di selezionare gli aggiornamenti di sistema “indesiderati” e di impedirne l’installazione, nascondendoli da Windows Update.

Per utilizzarla, collegati a questa pagina del sito Internet di Microsoft e clicca sulla voce download del pacchetto di risoluzione dei problemi “Mostra o Nascondi aggiornamenti”. A scaricamento completato, apri il file wushowhide.diagcab facendo doppio clic su di esso e, nella finestra che viene visualizzata sullo schermo, fai clic prima su Avanti e poi su Hide updates. In caso di ripensamenti, puoi rendere nuovamente disponibile un aggiornamento nascosto precedentemente in Windows Update avviando il programma wushowhide.diagcab, cliccando sui pulsanti Avanti e Show hidden updatese selezionando l’update da “sbloccare”. Clicca quindi sui pulsanti Avanti e Chiudi e il gioco è fatto.

 

Impostazione di una connessione a consumo

Se il metodo per disattivare aggiornamenti automatici Windows 10 che ti ho già proposto non ha attirato in maniera particolare la tua attenzione e se quindi sei ancora alla ricerca di una soluzione per far fronte alla cosa ti suggerisco di attivare l’opzione dedicata alle connessioni a consumo, ovvero quella particolare funzionalità che Microsoft ha deciso di includere nel suo più recente sistema operativo e che va a strizzare l’occhio a tutti coloro che dispongono di una connessione con quantità di dati limitata (es. le connessioni delle chiavette 4G)

Attivando la funzione in questione, il download dei dati in background viene bloccato sia per il sistema operativo che per le app (al fine di evitare costi a sorpresa per l’utente) e così anche il download degli aggiornamenti viene rimandato. Comodo, vero? Allora vediamo subito come usufruirne.

Per disattivare aggiornamenti automatici Windows 10 sfruttando la funzione dedicata alle connessioni a consumo, il primo passo che devi compiere è quello di pigiare sul campo di ricerca collocato accanto al pulsante Start, sulla barra delle applicazioni. Successivamente digita impostazioni e fai clic sul primo risultato presente in elenco, quello collocato sotto la voce Corrispondenza migliore (oppure pigia sull’icona dell’ingranaggio situata sulla sinistra del menu).

Nella nuova finestra che andrà ad aprirsi, fai clic su Rete e Internetdopodiché individua la voce Wi-Fi o Ethernet dalla barra laterale collocata sulla sinistra (a seconda del tipo di connessione che utilizzi) e cliccaci sopra.

Nella schermata che a questo punto ti verrà mostrata, clicca sul nome della connessione in uso oppure sulla voce Opzioni avanzate collocata sotto il nome della rete Wi-Fi alla quale risulta collegato il tuo PC, individua la voce Imposta come connessione a consumo e clicca sul relativo interruttore in modo tale da portarlo su ON. Oltre ad effettuare questi passaggi è necessario “istruire” il computer su cosa fare quando la connessione è a consumo. Per fare ciò, bisogna recarsi nuovamente in Impostazioni, cliccare su Dispositivi e poi su Stampanti e scanner. Successivamente assicurarti che l’opzione Scarica con connessioni a consumo e il gioco è fatto. Altra operazione che ti consiglio di compiere è quella di recarti nel menu Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza, selezionare la voce Windows Update dalla barra laterale di sinistra e verificare che l’opzione Se si abilita questo criterio, gli aggiornamenti verranno scaricati automaticamente, anche in connessioni a consumo sia disattivata nel menu Opzioni avanzate. In questo modo sarai sicuro che Windows Update non “scavalcherà” le impostazioni relative alle connessioni a consumo e non si metterà in funzione.

 

Disattivazione del servizio Windows Update

Se vuoi disattivare completamente Windows Update, e quindi il download automatico degli aggiornamenti per Windows 10, puoi fermare il servizio che gestisce quest’ultimo.

Per compiere quest’operazione, premi la combinazione di tasti Win+R sulla tastiera del computer, in modo da richiamare la finestra Esegui…, digita il comando services.msc e dai Invio. Si aprirà il pannello di gestione dei servizi di Windows.

A questo punto, fai doppio clic sull’icona relativa al servizio Windows Update e, nella finestra che si apre, imposta il menu a tendina Tipo di avvio su Disabilitato. Clicca quindi sul pulsante Applica per salvare le impostazioni e pigia sul bottone Interrompi per stoppare immediatamente il servizio legato agli aggiornamenti di Windows.

Adesso devi fare in modo che Windows non faccia ripartire il servizio legato a Windows Update senza il tuo consenso. Spostati quindi sulla scheda Ripristino, imposta i menu a tendina Primo tentativoSecondo tentativo e Tentativi successivi su Nessuna azione, digita il valore 9999 nei campi Azzera il conteggio dei tentativi non riusciti dopo e Riavvia il servizio dopo(questo campo risulterà grigio se scegli “Nessuna azione” nel campo “Primo tentativo”) e clicca su Applica e OK per salvare i cambiamenti.

Disattivazione del servizio Windows Update windows 10

Missione compiuta! Adesso il servizio legato a Windows Update è completamente disattivato e Windows non dovrebbe riavviarlo (se non in casi eccezionali). In ogni caso, ti sconsiglio di adottare questa misura in quanto blocca anche la ricezione degli aggiornamenti di sicurezza, che come ribadito più volte sono di fondamentale importanza.

Per verificare se il servizio di Windows Update è effettivamente fermo, puoi tornare nel pannello di gestione dei servizi, fare doppio clic sulla voce Windows Updatee controllare lo stato del servizio (che dovrebbe essere su Arrestato).

Per ripristinare il corretto funzionamento di Windows Update, imposta il Tipo di avvio su Manuale o Automatico e clicca sul pulsante Avvia. Dopodiché vai nella scheda Ripristino e configura i valori di default che c’erano prima che tu apportassi le modifiche al servizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 5 =